"Prima di scindere un campo ignoto col ferro sia cura conoscere i venti e il mobile aspetto del cielo, le patrie colture, la natura dei luoghi e che cosa una terra produca e che cosa rifiuti. Qui meglio vengon le biade, là invece le uve, gli alberi altrove e l’erbe altrove spontanee verdeggiano”

 

Da Georgiche I, 50-56 Virgilio

 

L’azienda agricola e zootecnica biologica Tenuta di Paganico costituisce una realtà rappresentativa del territorio maremmano: ognuna delle molteplici attività che vi si svolgono muove infatti da un grande rispetto dell’ambiente e mira alla sua salvaguardia e valorizzazione. La Tenuta di Paganico persegue un proficuo equilibrio tra le tecniche tradizionali e le continue evoluzioni che in ogni ambito si propongono, integrando il prezioso lavoro di chi conosce da sempre questi luoghi con le conoscenze scientifiche che i docenti universitari con cui collabora sono in grado di apportare.

 

Quando il mezzadro, sconfitto nello scontro con la civiltà “dei costruttori e dell’industria”, travolto dall’era consumistica, ha attaccato la zappa alla trave ed è scomparso, è rimasta la Fattoria, con le sue colture abbandonate e i suoi fabbricati vuoti. Essa ha reagito a questa traumatica sparizione non, come spesso è accaduto, con la rinuncia alle coltivazioni e con la ristrutturazione delle abitazioni per scopi diversi da quelli originari, trasformando e deformando così un intero mondo culturale e sociale, ma con l’impegno di riqualificarsi, ammodernando metodi e finalità, adeguando i processi produttivi alle istanze dell’ambiente, ricollegando il presente a un passato che continua a vivere in forme e attività diverse.

 

Dal maggio del 2002 l’intera Azienda è stata convertita ai metodi dell’agricoltura e della zootecnia biologiche (Registrazione n. IT ICA B170) e oggi opera in tutte le sue scelte produttive nella salvaguardia dell’ambiente concepito come risorsa indispensabile che deve essere tutelata da ogni tipo di dissesto. A tal fine si sono favorite la diversità e la complessità delle colture, con il recupero sia di rare specie autoctone che delle superfici boschive e con la tutela delle macchie spontanee e degli specchi d’acqua.

 

In nessun ciclo di fertilizzazione vengono utilizzati prodotti chimici di sintesi e contemporaneamente si persegue l’eliminazione di ogni possibile fonte inquinante. La decisione di intraprendere la strada del biologico comporta un’attività fortemente vincolante, più complessa di quella ordinaria ed estremamente esigente nei confronti dell’Azienda, che ha scelto di rinunciare alla corsa a una produzione “di quantità”, ricercando invece una qualità che la identifica e diversifica, nella consapevolezza di essere responsabile di un vastissimo patrimonio, che va dal territorio in generale alle abitazioni, alle colture vere e proprie e al bestiame, fino al mantenimento di antiche professionalità in via di sparizione, come quella dei butteri.

 

 

 

Una gestione aziendale che muove da questi presupposti metodologici, ha la soddisfazione di immettere oggi sul mercato alimenti sani e integri, prodotti con tecniche rigorosamente rispettose dell’ambiente. Tutto ciò, ne siamo convinti, rappresenta un beneficio non solo per i consumatori, ma anche per l’intera comunità, presente e futura. E questo non è un compenso morale di poco conto per chi ha portato e tutt’oggi porta avanti questo faticoso ma appassionante progetto.

 

Fin dalla mia prima giovinezza avevo sempre pensato che ci fosse una sola cosa che valesse la pena di fare su questa terra: coltivarla!”

 

Da Guadagnarsi la terra G. Henderson 1959

 

 

Download:

- Certificato di conformità zootecnia e agricoltura biologica (pdf)

Tenuta di Paganico Società Agricola Spa Via della Stazione 10 Paganico (Gr) 58048 P.Iva e CF 00100000538  


NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand